10 Cards That Will Help Sell M19 Planeswalker Decks

10 carte che ti aiuteranno a vendere i mazzi Planeswalker di M19

25 Giugno 2018 | 4 min di lettura

Ogni giocatore di Magic, sia che si diverta a casa con gli amici, sia che faccia parte della Hall of Fame, si ricorda del momento in cui ha imparato a giocare. I tavoli del suo negozio di zona, il semplice mazzo ricevuto in prestito dal fratello o dalla sorella, la prima rara sbustata sono tutti dettagli incisi nella memoria.

Il motivo è chiaro: qualunque sia il modo in cui abbiamo imparato a giocare, tutti abbiamo avvertito un fascino particolare avvicinandoci per la prima volta a Magic. I mazzi Planeswalker di M19 sono pensati per suscitare questa sensazione e offrire ai principianti un’introduzione memorabile al gioco, invogliandoli a ripetere l’esperienza nel tuo negozio per ritrovare quel fascino.

Quando il team di ricerca e sviluppo ha aggiornato i mazzi Planeswalker di M19, l’obiettivo era garantire maggiore accessibilità, una progressione più agevole tra i vari prodotti e, in generale, un’esperienza di gioco ottimale.

Ora che le liste dei mazzi sono state rese pubbliche, possiamo darti una migliore idea di come questi propositi si traducano nel gioco.

Accessibilità: 5 colori, 5 Planeswalker

Il primo passo per garantire una migliore accessibilità è rappresentato dai contenuti: il prodotto include una busta invece di due, nella speranza che tu possa offrirlo a un prezzo più allettante (i mazzi PW futuri continueranno a includere due buste).

Il secondo passo è l’offerta di colori: 5 colori, 5 Planeswalker.

L’idea è abbastanza intuitiva: dopo aver inaugurato la propria collezione con un mazzo di benvenuto, i giocatori possono acquistare un mazzo PW dello stesso colore. In questo modo, l’esperienza introduttiva è più efficace: tutte le carte della loro collezione nascente sono coerenti e possono essere usate le une con le altre.

Dopo l’aggiornamento, scopriranno che il loro nuovo mazzo è la versione potenziata del precedente.

Progressione più agevole: aumento di potenza tra un prodotto e l’altro

Prendiamo questa sequenza di carte: lo Shock, il Colpo di Fulmine e la Folgore dello Stregone.

Lo Shock è semplice: ha pochi fronzoli, ma funziona. I giocatori ne intuiscono il valore immediatamente. È una delle carte migliori nel mazzo di benvenuto rosso; con il passaggio al mazzo Planeswalker, i giocatori ne ottengono altre due copie.

Trovano inoltre il Colpo di Fulmine.

Certo, un veterano sa bene che in molte occasioni lo Shock è l’opzione migliore. Ma per i principianti, il danno addizionale salta all’occhio: per un solo mana extra possono avere una risposta più potente per una minaccia più resistente, presentata in un formato che già conoscono. Comincia a prendere forma una strategia.

È qui che entra in gioco la Folgore dello Stregone, parte del rinnovato Deck builder’s Toolkit, che ora include un gruppo di carte singole predeterminate.

Dal punto di vista tecnico, non è necessariamente una carta migliore delle precedenti, ma i principianti ne capiscono l’effetto e ne intuiscono il potenziale.

Inoltre, il Deck builder’s Toolkit offre una semplice presentazione di alcuni dei concetti che contribuiscono a rendere Magic un gioco così complesso e soddisfacente: le combo (grazie a Maghi come il Piromante Viashino), gli archetipi (ad esempio il funzionamento degli spari), addirittura i playset (poiché include le copie mancanti sia per lo Shock, sia per il Colpo di Fulmine).

Parte dell’attrattiva di Magic si basa sulla sua capacità di adattarsi tranquillamente a giocatori con diversi livelli di esperienza. Questo è solo uno degli innumerevoli esempi inclusi nei prodotti introduttivi di M19.

Esperienza di gioco ottimale: meccaniche di base, combo semplici

I principianti inizieranno dalle basi, in modo da potersi concentrare sulle componenti fondamentali. I mazzi includono solo abilità definite da parola chiave sempre attuali e si limitano alle strategie primarie di ciascun colore (solo rapidità e volare per il rosso, travolgere e raggiungere per il verde, ecc.).

Da lì, i giocatori cominceranno a mettere insieme i pezzi, arrivando a eseguire combo di base e a vivere momenti esaltanti come questo:

Mettere a segno una combo efficiente, anche se elementare come questa, è da sempre una delle migliori esperienze di Magic. Sacrificare una creatura per eliminare la minaccia maggiore dell’avversario per poi passare al contrattacco e rubare tre punti vita è una strategia piuttosto intuitiva. Tuttavia, riuscire nell’impresa ti fa sempre sentire un genio, soprattutto se stai muovendo i primi passi.

Il nuovo percorso tra i prodotti è pensato appositamente per offrire ai principianti proprio questo tipo di esperienze. Man mano che avanzano, ricevono carte di cui sono già in grado di capire il funzionamento, ma che al tempo stesso alzano il livello di complessità.

La tua prima occasione per guidare i nuovi giocatori lungo questo percorso si avvicina con l’Open House. Sfrutta queste informazioni per introdurre l’idea di questo primo acquisto il prossimo fine settimana e durante la stagione successiva!

A cura di Nataly Scheidt

Domande frequenti

Consulta le risposte alle domande frequenti sul Wizards Play Network

Hai una domanda da fare?

Contattaci!